Archivi tag: datore di lavoro

Qualificazione del rapporto in presenza di prestazioni lavorative di carattere elementare

Con riferimento al controverso tema della qualificazione del rapporto di lavoro, il Tribunale di Milano con sentenza del 9 giugno 2006 (P. c. T. Sas.) ha evidenziato la correttezza della tesi cd. tipologica della subordinazione. In tal senso, infatti, ha statuito che “quando la prestazione dedotta in contratto è assolutamente elementare, ripetitiva e predeterminata nelle … Continua a leggere… Qualificazione del rapporto in presenza di prestazioni lavorative di carattere elementare

Distacco del lavoratore ed obbligo di motivazione

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 9557 del 26 aprile 2006, ha statuito che il potere di distacco di un lavoratore presso un’altra unità produttiva, espressamente disciplinato dall’art. 30, comma 3, del D.Lgs. n. 276/2003, compete in via esclusiva all’imprenditore. Quest’ultimo, tuttavia, non può esercitarlo in materia arbitraria, per finalità non consentite, ovvero senza … Continua a leggere… Distacco del lavoratore ed obbligo di motivazione

Mobbing e responsabilità contrattuale del datore di lavoro

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 12445 del 25 maggio 2006, ha ribadito che il datore di lavoro è responsabile in via contrattuale per il comportamento mobbizzante tenuto da un suo dirigente nei confronti di un dipendente. E ciò in virtù del disposto dell’art. 2087 c.c. il quale impone al datore di lavoro l’adozione … Continua a leggere… Mobbing e responsabilità contrattuale del datore di lavoro

Legittimo il secondo licenziamento se il primo è inefficace

La Corte di Cassazione, con sentenza del 9 giugno 2015 n. 11910, ha affermato che il datore di lavoro, qualora abbia già intimato al lavoratore il licenziamento per una determinata causa o motivo, può legittimamente intimargli un secondo licenziamento fondato su una diversa causa o motivo, restando quest’ultimo del tutto autonomo e distinto rispetto al … Continua a leggere… Legittimo il secondo licenziamento se il primo è inefficace

Determinazione dei criteri di scelta in materia di licenziamenti collettivi

Con sentenza n. 27237 del 22 dicembre 2014, i Giudici di legittimità hanno ribadito il consolidato orientamento secondo cui “in materia di collocamento e mobilità e di licenziamenti collettivi il criterio di scelta adottato nell’accordo sindacale tra datore di lavoro e organizzazioni sindacali per l’individuazione dei destinatari del licenziamento può anche essere unico e consistere … Continua a leggere… Determinazione dei criteri di scelta in materia di licenziamenti collettivi

Accesso del datore a documenti della P.A. e tutela del diritto alla riservatezza del lavoratore

Con sentenza n. 5779 del 24 novembre 2014, il Consiglio di Stato ha negato al datore di lavoro l’accesso alla documentazione posta a base dell’ordinanza di ingiunzione adottata in seguito ad un’ispezione in azienda da parte degli organi di vigilanza nella quale erano state accertate delle irregolarità nella gestione dei rapporti di lavoro dipendente. Il … Continua a leggere… Accesso del datore a documenti della P.A. e tutela del diritto alla riservatezza del lavoratore

Esperibilità del Rito Fornero anche da parte del datore di lavoro

Il Tribunale di Milano, con ordinanza del 18 novembre 2014, ha statuito che, in tema di licenziamento, sia legittimato attivo ad esperire azione ex art. 1, comma 48, L. n. 92/2012 non solo il lavoratore, ma anche il datore di lavoro, interessato a rimuovere l’incertezza del provvedimento di recesso al fine di organizzare stabilmente la … Continua a leggere… Esperibilità del Rito Fornero anche da parte del datore di lavoro

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Con sentenza n. 25248 del 27 novembre 2014, la Corte di Cassazione ha ribadito il seguente principio: “il motivo oggettivo di licenziamento determinato da ragioni inerenti all’attività produttiva, nel cui ambito rientra anche l’ipotesi di riassetto organizzativo attuato per la più economica gestione dell’impresa, è rimesso alla valutazione del datore di lavoro, senza che il … Continua a leggere… Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Dipendente di istituto di credito e lesione del rapporto fiduciario

Con sentenza n. 26039 del 10 dicembre 2014, la Corte di Cassazione ha confermato la legittimità del licenziamento, per giusta causa, di un dipendente di un istituto di credito, il quale, essendo in distacco presso una ASL, in qualità di addetto operativo e cassiere, aveva effettuato reiterate operazioni (quali prelievi sui conti bancari dei clienti … Continua a leggere… Dipendente di istituto di credito e lesione del rapporto fiduciario

Rischio elettivo e responsabilità per infortunio

In tema di infortuni sul lavoro, la Corte di Cassazione, con sentenza n. 21647 del 14 ottobre 2014, ha ribadito il proprio orientamento in ordine all’esclusione della responsabilità del datore di lavoro in presenza del cd. rischio elettivo, ossia della deviazione, puramente arbitraria ed animata da finalità personali, da parte dell’infortunato rispetto alle normali modalità … Continua a leggere… Rischio elettivo e responsabilità per infortunio