Categoria: Massime

Il danno all’immagine ed alla reputazione non sussiste “in re ipsa”

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 2968 dell’8 febbraio 2021, ha ribadito che il danno all’immagine ed alla reputazione professionale del datore di lavoro, inteso come “danno conseguenza”, non sussiste “in re ipsa”, dovendo essere allegato e provato da chi ne domanda il risarcimento, pertanto la liquidazione è legata al concreto pregiudizio derivante dalle … Continua a leggere… Il danno all’immagine ed alla reputazione non sussiste “in re ipsa”

La nullità del patto di non concorrenza

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 5540 del 1° marzo 2021, ha affermato che la nullità del patto di non concorrenza opera sia nell’ipotesi in cui il corrispettivo sia indeterminato o indeterminabile, in quanto essendo diverso e distinto dalla retribuzione, deve possedere i requisiti previsti per l’oggetto della prestazione dall’art. 1346 c.c., sia con … Continua a leggere… La nullità del patto di non concorrenza

Nullo il licenziamento per giustificato motivo oggettivo intimato con lettera inviata prima dell’entrata in vigore del cd. “blocco dei licenziamenti”, ma ricevuta successivamente

Con ordinanza del 28 gennaio 2021, il Tribunale di Milano ha dichiarato nullo, in quanto contrario a norma imperativa, il licenziamento per giustificato motivo oggettivo intimato con lettera inviata dal datore di lavoro il 16 marzo 2020, data anteriore rispetto a quella di entrata in vigore della normativa emergenziale che ha “bloccato” i licenziamenti economici … Continua a leggere… Nullo il licenziamento per giustificato motivo oggettivo intimato con lettera inviata prima dell’entrata in vigore del cd. “blocco dei licenziamenti”, ma ricevuta successivamente

Congedo 2021 per i genitori lavoratori dipendenti, di cui all’articolo 2, comma 2, del D.L.30/2021, con figli affetti da Covid-19

L’INPS, con messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021, ha fornito alcuni chiarimenti in ordine all’ art. 2, commi 2 e 3 del D.L. 30/2021 con cui è stato previsto un nuovo congedo, indennizzato al 50% della retribuzione, per i genitori con figli affetti da Covid-19, in quarantena da contatto ovvero nei casi in cui … Continua a leggere… Congedo 2021 per i genitori lavoratori dipendenti, di cui all’articolo 2, comma 2, del D.L.30/2021, con figli affetti da Covid-19

Nullità del licenziamento ritorsivo: il motivo deve essere esclusivo e determinante

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 1514 del 25 gennaio 2021, ha ribadito che il licenziamento ritorsivo è nullo purchè il motivo illecito addotto ex art. 1345 c.c. sia determinante, cioè costituisca l’unica effettiva ragione di recesso, ed esclusivo, nel senso che il motivo lecito formalmente addotto risulti insussistente nel riscontro giudiziale. Nel caso … Continua a leggere… Nullità del licenziamento ritorsivo: il motivo deve essere esclusivo e determinante

Le dimissioni per giusta causa ed il patto di stabilità

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 811 del 19 gennaio 2021, ha chiarito che le dimissioni rassegnate per giusta causa per effetto del demansionamento sono legittime anche in presenza di un patto di stabilità con la società (con il quale era stato pattuito che, in caso di dimissioni prive di giusta causa, il lavoratore … Continua a leggere… Le dimissioni per giusta causa ed il patto di stabilità

Contratto di apprendistato e sgravio contributivo

Con sentenza n. 1510 del 25 gennaio 2021, la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di contratti di apprendistato, la decadenza dalle agevolazioni contributive stabilita dall’art. 16 L. 196/1997 (applicabile “ratione temporis”), può realizzarsi, per tutta la durata del contratto, solo nel caso in cui l’inadempimento nella formazione abbia un’obiettiva rilevanza, concretizzandosi nella … Continua a leggere… Contratto di apprendistato e sgravio contributivo

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo ed obbligo di repechage

La Corte di Cassazione con sentenza del 25 gennaio 2021, n. 1508, in tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, ha affermato che la dimostrazione, da parte del datore, dell’impossibilità di adibire il lavoratore ad altre mansioni diverse rispetto a quelle da sopprimere (cd. obbligo di repêchage), sia incompatibile con le motivazioni di riduzione dei … Continua a leggere… Licenziamento per giustificato motivo oggettivo ed obbligo di repechage

Part-time: la violazione delle clausole flessibili ed elastiche comporta il diritto del lavoratore al risarcimento del danno

Con sentenza n. 1261 del 6 ottobre 2020, il Tribunale di Messina ha stabilito che, nell’ambito dei contratti di lavoro part-time, l’illegittimità o nullità delle clausole elastiche o flessibili comporta il diritto del lavoratore a vedersi riconosciuta un’indennità a titolo di risarcimento del danno – in aggiunta alla retribuzione maggiorata dovuta – in ragione dell’ulteriore … Continua a leggere… Part-time: la violazione delle clausole flessibili ed elastiche comporta il diritto del lavoratore al risarcimento del danno

Proroga e ampliamento del congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti e proroga del congedo facoltativo

L’INPS, con circolare n. 42 dell’11 marzo 2021, ha fornito alcuni chiarimenti in ordine alle novità introdotte dalla L. 178/2020 (cd. Legge di Bilancio 2021) riguardanti il congedo obbligatorio per i padri lavoratori, che è stato prorogato anche per le nascite, le adozioni e gli affidamenti che avverranno tra il 1° gennaio ed il 31 … Continua a leggere… Proroga e ampliamento del congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti e proroga del congedo facoltativo

Pagina 1 di 151123...2040...Ultima »