Categoria: Massime

Assegno di natalità anche per l’anno 2019

L’INPS, con circolare n. 85 del 7 giugno 2019, ha fornito alcune istruzioni in merito all’assegno di natalità (c.d. bonus bebè) riconosciuto ai sensi dell’art. 23-quater, D.L. 119/2018 anche per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, per la durata massima di dodici mesi. La misura dell’assegno dipende dal … Continua a leggere… Assegno di natalità anche per l’anno 2019

Legittimo il licenziamento del superiore che non vigila sul comportamento illecito del suo sottoposto

Con ordinanza n. 15168 del 4 giugno 2019, la Corte di Cassazione ha ritenuto legittimo il licenziamento per giusta causa intimato ad un dipendente con qualifica di quadro direttivo, per non aver vigilato sulle condotte fraudolente poste in essere da un suo sottoposto. Una simile omissione, infatti, anche in considerazione della delicatezza delle funzioni di … Continua a leggere… Legittimo il licenziamento del superiore che non vigila sul comportamento illecito del suo sottoposto

In caso di mancata indicazione delle ragioni organizzative nel contratto di somministrazione può essere richiesta la conversione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato

Con ordinanza n. 15366 del 6 giugno 2019, la Corte di Cassazione ha affermato che qualora nel contratto di somministrazione a termine non siano indicate le ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo che ne hanno determinato la scelta, il lavoratore può chiedere la conversione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato prevista per … Continua a leggere… In caso di mancata indicazione delle ragioni organizzative nel contratto di somministrazione può essere richiesta la conversione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato

E’ antisindacale non comunicare ai sindacati i nominativi dei neoassunti

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 14060 del 23 maggio 2019, ha statuito che la condotta del datore di lavoro che si rifiuta di trasmettere al sindacato i nomi dei nuovi assunti è antisindacale, in quanto limita la prerogativa sindacale di inviare comunicazioni ai dipendenti e fare proselitismo. Nel caso di specie, è stato … Continua a leggere… E’ antisindacale non comunicare ai sindacati i nominativi dei neoassunti

Erogazione indebita della cig: la prescrizione decennale decorre dalle singole date di erogazione dei ratei

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 14426 del 27 maggio 2019, ha statuito che la prescrizione per l’azione di ripetizione di indebito, volta alla restituzione di somme corrisposte mensilmente, è soggetta all’ordinaria prescrizione decennale e non a quella quinquennale. Nel caso in esame, un lavoratore aveva, per oltre dieci anni, indebitamente percepito l’indennità di … Continua a leggere… Erogazione indebita della cig: la prescrizione decennale decorre dalle singole date di erogazione dei ratei

Incumulabilità tra pensione di anzianità e reddito da lavoro dipendente

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 14417 del 27 maggio 2019, ha ribadito il regime di incumulabilità tra la pensione di anzianità ed i redditi derivanti da lavoro dipendente nel senso che la prima può essere erogata solo se al momento della presentazione della domanda il rapporto di lavoro sia effettivamente terminato, requisito questo … Continua a leggere… Incumulabilità tra pensione di anzianità e reddito da lavoro dipendente

E’ illegittimo il contratto di lavoro a progetto se l’obiettivo coincide con l’oggetto sociale aziendale

Con sentenza n. 11778 del 6 maggio 2019, la Corte di Cassazione ha ribadito che in caso di stipula di un contratto di lavoro a progetto (tipologia contrattuale ormai abrogata dall’art. 52, d.lgs. n. 81/2015) il progetto/programma deve rappresentare un requisito ulteriore rispetto a quelli richiesti per l’esistenza di una legittima collaborazione autonoma, dovendo ravvisarsi … Continua a leggere… E’ illegittimo il contratto di lavoro a progetto se l’obiettivo coincide con l’oggetto sociale aziendale

Il lavoratore ha diritto a fruire delle ferie per sospendere il periodo di comporto

Con ordinanza n. 10725 del 17 aprile 2019, la Corte di Cassazione ha affermato che non sussiste un’incompatibilità assoluta tra ferie e malattia. Ne consegue che il lavoratore assente per malattia ha la facoltà di chiedere la fruizione delle ferie maturate e non godute, al fine di sospendere il decorso del periodo di comporto. Il … Continua a leggere… Il lavoratore ha diritto a fruire delle ferie per sospendere il periodo di comporto

Licenziamento disciplinare e dovere di stima

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 12786 del 14 maggio 2019, ha statuito che non sussiste in capo al dipendente un dovere di stima nei confronti della propria azienda, purché non venga meno “all’osservanza dei doveri di diligenza e fedeltà”. Nel caso di specie, il lavoratore, durante una conversazione telefonica con un collega, aveva … Continua a leggere… Licenziamento disciplinare e dovere di stima

Licenziamento per giusta causa e contrattazione collettiva

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 13534 del 20 maggio 2019, ha statuito la legittimità del licenziamento per giusta causa intimato dall’azienda ad una propria dipendente che aveva reagito, in presenza di altre dipendenti e di un cliente, allo schiaffo ricevuto da una collega di lavoro. Secondo i giudici di legittimità, anche qualora vi … Continua a leggere… Licenziamento per giusta causa e contrattazione collettiva

Pagina 2 di 134123...2040...Ultima »