Categoria: Massime

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e l’insussistenza della causale

Con sentenza n. 24803 del 5 dicembre 2016, la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui  il sindacato del giudice di merito circa la legittimità  del licenziamento  per giustificato motivo  oggettivo  attiene al controllo sull’effettiva  esistenza del motivo addotto  dal datore di lavoro. Nella fattispecie, la Corte ha ritenuto insussistente la  riorganizzazione  aziendale … Continua a leggere… Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e l’insussistenza della causale

Cambio appalto: trasferimento d’azienda solo in caso di “passaggio dei beni”

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 24972 del 6 dicembre 2016, ha affermato che, in caso di successione di un imprenditore ad un altro, nell’ambito di un contratto di appalto di servizi, perché si possa parlare di trasferimento d’azienda è necessario che l’assunzione dei lavoratori che transitano al nuovo datore di lavoro avvenga contestualmente al passaggio di beni di … Continua a leggere… Cambio appalto: trasferimento d’azienda solo in caso di “passaggio dei beni”

Contratto di agenzia: minimo garantito dovuto all’agente

Il Tribunale di Milano, con la sentenza del 19 ottobre 2016 n. 2756, in materia di contratto di agenzia, ha affermato che il fatto che l’agente non abbia concluso affari per la preponente non vale a giustificare il rifiuto di quest’ultima di provvedere al pagamento del minimo fisso garantito. La controversia muove dall’opposizione proposta dalla … Continua a leggere… Contratto di agenzia: minimo garantito dovuto all’agente

La non tempestività della contestazione disciplinare per fatti che hanno formato oggetto di un processo penale

Con sentenza del 5 dicembre 2016 n. 24796, la Suprema Corte, dopo aver premesso che tra le prescrizioni imposte dall’art. 7 L. 300/1970 non figurano parole quali tempestività o immediatezza o similari (di matrice esclusivamente giurisprudenziale), ha affermato che, nel licenziamento per motivi disciplinari, non assume alcun significativo rilievo il mero dato temporale, costituito dal … Continua a leggere… La non tempestività della contestazione disciplinare per fatti che hanno formato oggetto di un processo penale

Legittimità del licenziamento del lavoratore che accusa pubblicamente il datore di lavoro, anche se i fatti resi pubblici risultano fondati

Con sentenza del 29 novembre 2016 n. 24260, la Suprema Corte ha affermato che è legittimo il licenziamento per giusta causa intimato al lavoratore che abbia attribuito pubblicamente al datore di lavoro e ai suoi dirigenti comportamenti illeciti o non corretti, ancorché fondati. Con l’occasione, la Suprema Corte ha precisato che, in tale contesto, è … Continua a leggere… Legittimità del licenziamento del lavoratore che accusa pubblicamente il datore di lavoro, anche se i fatti resi pubblici risultano fondati

Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale

Con messaggio n. 4972 del 6 dicembre 2016, l’INPS ha fornito istruzioni operative sul fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale ed in particolare sulle modalità di attribuzione delle prestazioni integrative erogate nel caso di rioccupazione dei lavoratori beneficiari durante il periodo di fruizione della prestazione integrativa erogata dal … Continua a leggere… Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale

Trattamenti di integrazione salariale soggetti alla nuova disciplina introdotta dal D.Lgs. 148/2015. Pagamento della contribuzione addizionale

Con circolare n. 199 del 15 novembre 2016, l’INPS è intervenuta in ordine alla riforma degli ammortizzatori sociali introdotta dal D.Lgs. 148/2015 con particolare riferimento all’operatività dei termini di decadenza dal diritto al conguaglio delle integrazioni salariali corrisposte dai datori di lavoro prima dell’introduzione dei nuovi sistemi di trasmissione delle denunce contributive nonché ai termini … Continua a leggere… Trattamenti di integrazione salariale soggetti alla nuova disciplina introdotta dal D.Lgs. 148/2015. Pagamento della contribuzione addizionale

La Corte Costituzionale si pronuncia sulla legittimità della legge regionale toscana in materia di formazione e lavoro

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 406 del 7 dicembre 2006 ha giudicato legittima la Legge della Regione Toscana n. 20 del 1° febbraio 2005, in materia di educazione, istruzione, orientamento professionale e lavoro, che la Presidenza del Consiglio dei Ministri aveva impugnato per violazione dell’art. 117, co. 2, lett. l) Cost., dal momento … Continua a leggere… La Corte Costituzionale si pronuncia sulla legittimità della legge regionale toscana in materia di formazione e lavoro

Licenziamento collettivo e criteri di scelta

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 23100 dell’11 novembre 2016 ha ribadito il principio secondo cui in caso di licenziamento collettivo per riduzione del personale, i criteri di scelta dei lavoratori da licenziare, seppur individuati in un accordo con le associazioni sindacali che li rappresentano, devono rispettare i principi di non discriminazione e di … Continua a leggere… Licenziamento collettivo e criteri di scelta

Esonero dall’applicazione della L. 223/1991 in caso di subentro nell’appalto

Con sentenza n. 22121 del 2 novembre 2016 la Suprema Corte ha affermato che il comma 4 bis dell’art. 7 del D.L. 248/2007, così come introdotto dalla Legge di conv. n. 31/2008, ai sensi del quale “Nelle more della completa attuazione della normativa in materia di tutela dei lavoratori impiegati in imprese che svolgono attività … Continua a leggere… Esonero dall’applicazione della L. 223/1991 in caso di subentro nell’appalto

Pagina 40 di 135« Prima...20...394041...6080...Ultima »