Categoria: Massime

Accertamenti ispettivi e sanzioni per gli impianti audiovisivi installati senza accordo sindacale o autorizzazione ai sensi dell’art. 4, comma 1, L. 300/1970

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la nota n. 11241 del 1 giugno 2016, è intervenuto in merito al novellato art. 4, comma 1, L. 300/1970 così come modificato dall’art. 23, comma 1, D. Lgs. 151/2015, chiarendo che qualora nel corso dell’attività ispettiva, l’ispettore riscontri l’installazione di impianti audiovisivi in assenza di … Continua a leggere… Accertamenti ispettivi e sanzioni per gli impianti audiovisivi installati senza accordo sindacale o autorizzazione ai sensi dell’art. 4, comma 1, L. 300/1970

Clausola sociale per cambio appalto nei call center

Lo scorso 30 maggio, è stato siglato l’accordo tra i sindacati delle imprese esercenti servizi di telecomunicazione (Asstel, Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil) che ha definito i criteri per il cambio di appalto tra imprese che proseguano l’attività con lo stesso committente, in applicazione di quanto previsto dall’art. 1, comma 10, della legge … Continua a leggere… Clausola sociale per cambio appalto nei call center

Qualificazione del rapporto in presenza di prestazioni lavorative di carattere elementare

Con riferimento al controverso tema della qualificazione del rapporto di lavoro, il Tribunale di Milano con sentenza del 9 giugno 2006 (P. c. T. Sas.) ha evidenziato la correttezza della tesi cd. tipologica della subordinazione. In tal senso, infatti, ha statuito che “quando la prestazione dedotta in contratto è assolutamente elementare, ripetitiva e predeterminata nelle … Continua a leggere… Qualificazione del rapporto in presenza di prestazioni lavorative di carattere elementare

Applicabile anche alle società a partecipazione pubblica il regime di solidarietà ex art. 29 D.Lgs. 276/2003

La Corte di Cassazione  con la recente sentenza del 24 maggio 2016 n. 10731, ha affermato che il regime di responsabilità in via solidale previsto dall’art. 29 D.L.gs. n. 276/2003 in materia di appalti privati trova applicazione anche nei confronti delle società a partecipazione pubblica, a nulla rilevando che le stesse siano, nello stesso tempo, … Continua a leggere… Applicabile anche alle società a partecipazione pubblica il regime di solidarietà ex art. 29 D.Lgs. 276/2003

Delibera di esclusione di socio di cooperativa e conseguente recesso dal rapporto di lavoro: non vi è autonomia dei provvedimenti

La Corte di Cassazione, sezione lavoro, con sentenza n. 9916 del 13 maggio 2016, ha affermato che non vi è autonomia tra l’impugnativa dell’atto di esclusione del socio e l’impugnativa del licenziamento contestualmente intimato, dal momento che il legislatore – nell’intento di affermare la preminenza del rapporto associativo su quello di lavoro – ha previsto … Continua a leggere… Delibera di esclusione di socio di cooperativa e conseguente recesso dal rapporto di lavoro: non vi è autonomia dei provvedimenti

Cessione di ramo d’azienda e autonomia funzionale del ramo ceduto

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 10352 del 19 maggio 2016, ha ribadito che per autonomia funzionale del ramo d’azienda deve essere intesa la capacità dello stesso – già al momento dello scorporo dal complesso – di provvedere ad uno scopo produttivo attraverso i suoi mezzi, quindi di svolgere, autonomamente e senza integrazioni del … Continua a leggere… Cessione di ramo d’azienda e autonomia funzionale del ramo ceduto

Inquadramento del giornalista quale lavoratore autonomo

Con sentenza n. 10048 del 17 maggio 2016, la Corte di Cassazione ha ritenuto che l’attività del giornalista e del collaboratore fisso (ossia di colui che, pur non assicurando un’attività giornaliera, fornisca con continuità un flusso di notizie attraverso la redazione sistematica di articoli o la gestione di rubriche) è inquadrabile nel rapporto di lavoro … Continua a leggere… Inquadramento del giornalista quale lavoratore autonomo

Transazione di lavoro su crediti di lavoro: è necessario specificare in dettaglio le rinunce

La Corte di Cassazione, con sentenza del 2 maggio 2016 n. 8606, ha affermato che, nell’atto transattivo intervenuto tra le parti del rapporto di lavoro, i crediti e i diritti cui il lavoratore rinuncia devono essere specificatamente indicati, in modo da rendere edotto chiaramente il lavoratore delle proprie rinunce. In particolare, secondo la Suprema Corte, la … Continua a leggere… Transazione di lavoro su crediti di lavoro: è necessario specificare in dettaglio le rinunce

Pagina 40 di 124« Prima...20...394041...6080...Ultima »