Archivi tag: potere organizzativo

Non si computano alle ferie i giorni di assenza del lavoratore

Con l’ordinanza n. 28232 del 6 novembre 2018, la Corte di Cassazione ha statuito che i giorni di assenza dal posto di lavoro, in difetto di accordo con il datore, non possono essere computati come ferie ancora fruibili dal lavoratore, trattandosi di un evento la cui concessione costituisce una prerogativa riconducibile al potere organizzativo del … Continua a leggere… Non si computano alle ferie i giorni di assenza del lavoratore

Accertamento della natura autonoma o subordinata del rapporto di lavoro

La Suprema Corte con sentenza del 24 ottobre 2014 n. 22690, ha ribadito che per accertare l’esistenza della subordinazione dedotta da un collaboratore coordinato e continuativo, il giudice di merito deve verificare l’eventuale sussistenza del vincolo di soggezione del lavoratore al potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro. In particolare, gli Ermellini hanno … Continua a leggere… Accertamento della natura autonoma o subordinata del rapporto di lavoro

Ai fini della qualificazione del rapporto come autonomo o subordinato, possono essere utilizzati anche criteri distintivi sussidiari

La Suprema Corte, con sentenza n. 20367 del 26 settembre 2014, ha chiarito che, al fine della qualificazione del rapporto di lavoro quale autonomo o subordinato, i criteri tradizionali dell’assoggettamento del prestatore al potere direttivo, organizzativo e disciplinare possono non essere significativi. Infatti, in tali ipotesi, è necessario fare ricorso a criteri distintivi sussidiari, quali … Continua a leggere… Ai fini della qualificazione del rapporto come autonomo o subordinato, possono essere utilizzati anche criteri distintivi sussidiari

La natura subordinata di un rapporto non può essere provata per effetto della carenza di prova su una diversa tipologia di rapporto

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 23931 del 10 novembre 2014, ha affermato che in caso di domanda diretta all’accertamento della natura subordinata del rapporto di lavoro, occorre che ne sia provata l’esistenza (ossia la soggezione del lavoratore al potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro). In mancanza di tale prova, la … Continua a leggere… La natura subordinata di un rapporto non può essere provata per effetto della carenza di prova su una diversa tipologia di rapporto

Lavoro autonomo: rischio economico e forma di retribuzione

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 23021 del 29 ottobre 2014, si è pronunciata nuovamente in materia di criteri distintivi tra lavoro subordinato ed autonomo ribadendo che gli indici della subordinazione sono ravvisabili nell’assoggettamento del lavoratore al potere organizzativo, gerarchico e disciplinare del datore di lavoro oltre che nell’esercizio di un’assidua attività di vigilanza … Continua a leggere… Lavoro autonomo: rischio economico e forma di retribuzione

Indici per il riconoscimento della natura subordinata

Con sentenza n. 22 dell’8 gennaio 2014, il Tribunale di Milano ha stabilito che la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato può essere desunta alla luce dell’assoggettamento del lavoratore al potere direttivo, disciplinare e di controllo del datore di lavoro, la cui presenza può essere verificata sulla base delle concrete modalità di espletamento della … Continua a leggere… Indici per il riconoscimento della natura subordinata